Ricerca nella pagina:
 
ENSU - Edizione Nazionale dei Testi della Storiografia Umanistica
Home » Pubblicazioni » Antonio Ivani da Sarzana, Opere storiche

Pubblicazioni » Antonio Ivani da Sarzana, Opere storiche

immagine
Antonio Ivani da Sarzana, Opere Storichea cura di Paolo Pontari e Silvia Marcucci, Firenze, SISMEL-Edizioni del Galluzzo, 2006 

Le opere storiche di Antonio Ivani da Sarzana (1430 - 1482), per la prima volta raccolte in questo volume, testimoniano in modo esemplare la linea politicamente e retoricamente più impegnata della storiografia umanistica di matrice sallustiana. Notaio, diplomatico, cancelliere a Narni, a Volterra e a Pistoia, a stretto contatto con figure politiche di primo piano, come Lorenzo de’ Medici e Ludovico Fregoso, e con dotti e funzionari di alto livello, poeta, precettore ed appassionato lettore e collezionista di classici, Ivani incarna appieno il ruolo di un umanista civile, impegnato a risolvere gli incessanti attriti tra il potere centrale e le autonomie locali nella Toscana della seconda metà del Quattrocento. L’attività storiografica del Sarzanese, nota finora quasi esclusivamente per la sua opera maggiore, l’Historia de Volaterrana calamitate, la più importante testimonianza storica coeva sul Sacco di Volterra (1472), è stata ridefinita attraverso il recupero di tutte le altre opere storiche (Expugnatio Constantinopolitana; Historia de excidio Lunae; De Nigropontis expugnatione; De Genuensibus; Annalia de his quae in Italia geruntur; De situ urbis Romae), ancora inedite o relegate in edizioni inaffidabili. Un’ampia Introduzione ricostruisce il profilo biografico di Ivani e chiarisce, attraverso una ricca documentazione, storia, formazione e metodo di tutta la sua produzione storiografica; una esaustiva Nota ai testi, recensisce e studia tutta la tradizione manoscritta e a stampa, con l’individuazione di nuovi e importanti testimoni e l’illustrazione analitica dei movimenti redazionali dell’officina compositiva di Ivani. Il volume si arricchisce di un’Appendice dedicata alle principali fonti storiche umanistiche dell’Historia de Volaterrana calamitate di Ivani: il Libellus de direptione suae patriae di Biagio Lisci e i Volaterrana ad Florentiae populos di Giovan Battista Cantalicio, fino ad oggi privi di moderne edizioni critiche, che consentono di avere una più precisa definizione dello scrittoio di Ivani, ma anche di stabilire il primato della operazione culturale del Sarzanese nell’ambito della storiografia dedicata al Sacco.

immagine